Search for content, post, videos

Semi di Chia

del Prof. Costantino Mazzanobile


I semi di chia anticamente furono usati come medicina curativa da parte degli Aztechi, per alleviare gli stati generali di dolore, per stimolare la secrezione di saliva, per curare le irritazioni della pelle e per disinfettare occhi e ferite

I ricercatori del Sud America, ritengono che i semi di chia, una volta ingeriti, sviluppano all’interno dell’intestino, un gel che si traduce in una barriera fisica fra i carboidrati e gli enzimi digestivi che li scompongono, ritardando così, la conversione degli stessi carboidrati in zucchero. Questa patina gelatinosa protegge anche il tessuto intestinale da un eventuale attacco batterico e le proprietà colloidali di questi semi aiutano anche la digestione di tutti gli alimenti. La Salvia Hispanica (semi di chia) è un ritardante per le malattie dell’invecchiamento, quelle cardiovascolari e delle cataratte; svolge un’azione protettiva sul sistema immunitario ed ha effetti equilibratori nei trigliceridi a beneficio del colesterolo. Le loro proprietà solubili favoriscono la digestione di tutti gli alimenti: questi hanno la capacità di assorbire fino a 12 volte il relativo peso nell’acqua ed oltre a vantare proprietà di idratazione prolungata, sono utili per gli scompensi causati dal mancato equilibrio elettrolitico. Questi semi sono usati anche in gravidanza, durante l’allattamento e la crescita dei bambini per le qualità benefiche riguardanti, lo sviluppo dei tessuti. A tal proposito è somministrato anche gli atleti per una buona rigenerazione dei muscoli. Sempre i ricercatori sudamericani incoraggiano il consumo di chia nell’alimentazione giornaliera e così come noi abbiamo rivalutato la nostra dieta mediterranea, la stessa cosa stanno facendo nei paesi del centro America, sostenendo le diete pre-Colombiane a base di chia. Questo seme è infatti un’ottima fonte naturale di antiossidanti, fibra dietetica, mucillagini, proteine, minerali, vitamine e di Omega3, necessari per la salute, rappresentando una risorsa naturale per il mantenimento dello stato di benessere e la prevenzione di numerose malattie. I semi di chia hanno un altissimo contenuto in fibra capace di assorbire una quantità di acqua superiore 9 volte al loro peso. Assorbendo acqua, formano un gel che raccoglie scorie e tossine dell’intestino, le quali vengono incorporate nelle feci e quindi eliminate, migliorando la stitichezza e il colon irritabile e conferendo un lungo senso di sazietà, che può aiutare nelle diete dimagranti. Inoltre questo gel forma uno strato vischioso sulla parete intestinale impedendo agli agenti patogeni di crescere e causare danni. Un altro aspetto nutrizionale molto importante è il contenuto in antiossidanti di questi semi, cioè molecole che combattono i radicali liberi e lo stress ossidativo prevenendo le patologie cronico- degenerative soprattutto neuro-degenerative. Il seme di chia è un ottimo multiminerale: basti pensare che contiene 2 volte il potassio delle banane, 15 volte il magnesio dei broccoli, 5 volte il calcio del latte, 3 volte il ferro degli spinaci. Inoltre contiene altri oligoelementi molto importanti quali: manganese, zinco, fosforo, presenta poco sodio, quindi può essere consumato anche dai soggetti ipertesi. Showroom e vendita diretta Via Garibaldi, 200 / 202 • Cagliari • Tel. +39 389.63.28.563 • Agenzia con deposito per la Sardegna Paola Caddeo.

Condividi: